A distanza di tre giorni dalla decisione di ANAC di dichiarare nulla la nomina di Macrì a presidente di Estra, di cui abbiamo già parlato, ci ha sorpreso il silenzio del gruppo di opposizione in consiglio comunale “Scelgo Arezzo”e del suo leader che ad oggi non ci risulta che abbia preso posizione sulla vicenda, ne con un comunicato stampa ( noi non abbiamo ricevuto nulla), ne con dichiarazioni pubbliche, ne tanto meno con delle pubblicazioni nei social del gruppo o del consigliere Marco Donati.

Ognuno fa politica come meglio crede ed è pienamente legittimo che Marco Donati e il suo gruppo non si esprimano su questa vicenda, ci mancherebbe altro, ma riteniamo altrettanto legittimo, per chi cerca di fare informazione come noi, chiedersi il perché di questo silenzio. Il gruppo politico di Donati rappresenta più del 10% dei cittadini aretini e crediamo che chi lo ha votato abbia diritto di sapere quale è la sua posizione sulla decisione dell’ANAC, sulle conseguenze che ha determinato e le decisioni da prendere, non dimentichiamoci che riguarda l’azienda partecipata più importante del comune di Arezzo.

Questa decisione si inserisce in un contesto molto più ampio, processo Coingas/Estra, che oltretutto riguarda anche la questione dell’etica pubblica di questa città e lo abbiamo sempre detto che un politico non può assolutamente ignorarla o giustificare il proprio silenzio dichiarandosi garantista. Qui il garantismo non ha spazio!!

Non solo ma oggi c’è un fatto nuovo che emerge dal comunicato stampa di Fratelli d’Italia da Talzano, infatti leggiamo: …” dagli alleati ci aspetteremmo lealtà e capacità di comprendere gli accadimenti e i provvedimenti, non richieste di poltrone del tutto improprie.”. Ci sembra di leggere che Fdi perlomeno immagina che siano in corso, tra gli alleati, manovre per occupare la poltrona di Macrì.

Il PD si è già espresso per la tempestiva nomina di un nuovo presidente di Estra da parte di Coingas e questo per Fdi da Talzano non merita nemmeno una replica ….. “l’improvvido commento del PD al pronunciamento dell’ANAC, non merita repliche”. Riteniamo, pertanto, che vista la delicatezza della questione, i sospetti ingenerati da Fdi e considerato che effettivamente ad oggi Arezzo non ha più un rappresentata nel CDA di Estra sia oltremodo necessario che Marco Donati e il suo gruppo dicano chiaramente ai cittadini quale è la loro posizione al riguardo. Arezzo può rimanere senza un suo rappresentante nel CDA di Estra?

Convinti che Marco Donati vorrà esprimersi pubblicamente su questa vicenda e nella speranza che vorrà venire in trasmissione da noi a parlarne ci rendiamo disponibili da subito a programmare un incontro in diretta già da domani o nei prossimi giorni , noi siamo qui a disposizione.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *